Il discorso indiretto



Due ragazze parlano di alcune amiche in comune. Completa il dialogo con le forme corrette dei verbi, prestando attenzione alle regole del discorso indiretto.
A: Allora, hai sentito Pamela?
B: Sì, l’ho sentita questa mattina! Ha detto che la bambina (stare) bene e che lei e Marcello (essere) felicissimi…
A: Ma il parto è andato bene?
B: Credo di sì, però ha detto che (sentirsi) stanchissima.
A: E lo credo! Ma quando la andiamo a trovare in ospedale? Hai sentito Martina?
B: Sì, ma mi ha solo risposto che al momento non (potere) parlare e che mi (richiamare) più tardi.
A: Tipico per Martina! Mi dico sempre che (diventare) un’altra nell’ultimo periodo…
B: È vero, ma d’altronde la capisco, con tutti i problemi che ha con Enzo…
A: Che problemi? Non so niente…
B: Ma come, non ti ha raccontato che Enzo (volere) tornare a vivere da solo? E che lei allora gli ha chiesto se la (tradire)?
A: No, non ne sapevo niente!
B: Eh già… e a quel punto lui le ha confessato che un mese prima (conoscere) una nuova collega e che si (innamorarsi) perdutamente l’uno dell’altra.
A: Ma è terribile, povera Martina! Ecco perché era così strana! Io le avevo chiesto se (avere) qualche problema al momento, ma lei mi aveva risposto semplicemente che il mese prima (lavorare) troppo e che (sentire) il bisogno di una pausa.
B: Sai com’è fatta Martina… Però per favore, non farne parola con lei… Io le avevo promesso che non lo avrei detto a nessuno e che (rimanere) un segreto.
A: Va bene, stai tranquilla! Quando mi richiama, però, le chiedo se abbia voglia di fare un giro questo pomeriggio, così magari racconta anche a me la storia… E poi andiamo insieme da Pamela!
B: Buona idea!